Home » ARTICOLI - 8° pagina » Herpes Labiale e Pranoterapia

Herpes Labiale e Pranoterapia


Herpes Labiale trattato con la Pranoterapia Vibrazionale®

Herpes Labiale trattato con la Pranoterapia Vibrazionale® - StudioNaturopatiaGuidoParente

Herpes Labiale trattato

con la Pranoterapia Vibrazionale® 

 

 

Guido Parente

Pranoterapeuta e Naturopata

 

L'herpes labiale (o herpes labialis) è una malattia infettiva caratterizzata dalla comparsa di numerose vescicole intorno alle labbra o in altre zone del viso, come guance e naso.

L'agente causale è il virus herpes simplex che si contrae attraverso la saliva, i baci o, più in generale, tramite contatto diretto con le persone infette.

Dopo la regressione della prima infezione, il virus dell'herpes labiale ha la peculiare caratteristica, di andare a rifugiarsi, attraverso i nervi della cute, nei gangli neuronali più vicini al sito di infezione.

In questa sede, il patogeno entra in latenza, cioè non solo sopravvive al sistema immunitario, ma non viene neppure eliminato attraverso l'impiego dei farmaci.

Anche a distanza di molto tempo, l'herpes delle labbra può ripresentarsi: il virus approfitta degli stati di "debolezza" dell'organismo (cali delle difese immunitarie, periodi di stress, affaticamenti generali ecc.), quindi si riattiva e provoca le classiche lesioni labiali.

 

Herpes Labiale: che cos’è?

Come suggerisce il termine, l'herpes labiale è un'infezione erpetica che comporta l'insorgenza di piccole bollicine biancastre o rossastre, piene di siero limpido e giallastro, localizzate prevalentemente sulle labbra.

Chiamata comunemente "febbre delle labbra" o "febbre sorda", non si tratta soltanto di un fastidioso inestetismo.

L'herpes labiale è, infatti, la manifestazione ricorrente di un'infezione cronica.

 

Herpes Labiale: quando si può riattivare?

Il virus dell'herpes labiale si riattiva in alcune situazioni a sé favorevoli, dando origine alle tipiche manifestazioni della malattia.

Ad esempio, possono fungere da "innescoperiodi di intenso stress o sovraffaticamento, cali delle difese immunitarie, momenti particolari del ciclo mestruale, episodi febbrili o un'intensa esposizione alla luce del sole.

 In simili circostanze, il virus esce dai gangli nervosi e percorre a ritroso la strada fatta al momento del contagio.

 Arriva così fino alla fine della terminazione nervosa, di solito sulle labbra.

Meno frequentemente, le lesioni erpetiche possono formarsi su naso, mento, guance o palato.

 

Fattori scatenanti l'Herpes Labiale

ü  Periodi prolungati di forte stress emotivo e fisici

ü  Cali delle difese immunitarie (es. episodi febbrili, stati influenzali, infezioni e terapie)

ü  Esposizione prolungata, senza protezione, ai raggi ultravioletti e/o al freddo

ü  Bruschi sbalzi di temperatura

ü  Alimentazione sregolata

ü  Ciclo mestruale

Diagnosi

La diagnosi dell'herpes labiale è stabilita generalmente dal medico di base, mediante l'osservazione della parte colpita.

Nei casi sospetti, è possibile confermare la presenza dell'infezione mediante un'analisi del sangue per rilevare gli anticorpi diretti verso il virus herpes simplex.

 

Trattamento allopatico

Il trattamento dell'herpes labiale prevede l'uso di antivirali specifici, generalmente sotto forma di creme o gel da applicare localmente.

Tra i principi attivi più usati ed efficaci ricordiamo l'aciclovir e il penciclovir.

Anche se questi farmaci non modificano di molto la durata e l'entità del disturbo, danno un certo sollievo da prurito e dolore, ed aiutano ad accelerare la guarigione.

In considerazione del fatto che manca ancora una cura definitiva, l'ideale sarebbe giocare d'anticipo cercando di prevenire le recidive dell'herpes labiale, o perlomeno di coglierle sul nascere, prima che il virus ritorni nei gangli nervosi.

La massima efficacia di questi farmaci antivirali si ottiene quando ancora si avvertono le prime avvisaglie dell'herpes labiale, quando cioè è presente quel senso di pizzicore e tensione alle labbra che precede la comparsa delle vescicole

Rimedi per l’Herpes Labiale

L'applicazione locale di ghiaccio può aiutare a ridurre il fastidio associato all'herpes labiale.

L'uso per alcuni giorni di un gel astringente a base di cloruro di alluminio serve per tenere asciutta la pelle e favorire i processi di riparazione.

Il ricorso ai cerottini per herpes labiale, da posizionare sulle lesioni, oltre a proteggerle, riducono il rischio di toccarle e diffondere l'infezione con le mani.

 

Trattamento Pranoterapeutico Vibrazionale

  • Trattamento energizzante/rinvigorente del sistema immunitario
  • Irraggiamento pranoterapeutico su area encefalica e localizzata (non a contatto) sulla parte lesa
  • Tisane depurative tonificanti del sistema nervoso

 

Guido Parente Naturopata

©2020 Guido Parente. All rights reserved

StudioNaturopatiaGuidoParente

Instagram Guido Parente

COLLABORAZIONI

COLLABORAZIONI - StudioNaturopatiaGuidoParente

AreaOlistica.it

COLLABORAZIONI - StudioNaturopatiaGuidoParente

NATUROPATA ONLINE

COLLABORAZIONI - StudioNaturopatiaGuidoParente

OLISTIC MAP

COLLABORAZIONI - StudioNaturopatiaGuidoParente

ALTRA SALUTE

COLLABORAZIONI - StudioNaturopatiaGuidoParente

CURE NATURALI

COLLABORAZIONI - StudioNaturopatiaGuidoParente

Studio Naturopatia e Pranoterapia Guido Parente

COLLABORAZIONI - StudioNaturopatiaGuidoParente

Edizioni Andromeda

COLLABORAZIONI - StudioNaturopatiaGuidoParente

Studio Naturopatia Guido Parente

Attività

Attività - StudioNaturopatiaGuidoParente

Possibilità di effettuare MASSAGGI OLISTICI per i NATUROPATI